sottoscrizione feed: Posts | Comments

Compro oro usato quanto rende questo mercato

Compro oro usato quanto rende questo mercato

Quello dell’oro usato è un mercato sempre molto attivo, il quale sa rivelarsi molto interessante sia per le imprese operanti nel settore, sia per i privati che desiderano cogliere la possibilità di vendere degli oggetti in oro usato trasformandoli in liquidità in maniera immediata.

Sicuramente il mondo dei compro oro è stato protagonista di cambiamenti molto importanti nel corso degli ultimi anni, anche in relazione al modo con cui questo tipo di attività venivano percepite dai consumatori.
Quando i compro oro iniziarono a diffondersi, infatti, erano spesso considerati delle attività poco limpide nel loro modo di operare, o ancor peggio degli strumenti utili alle organizzazioni criminali per riciclare denaro sporco o per far fruttare oggetti rubati.
Oggi il consumatore medio non crede affatto che un compro oro abbia un qualcosa a che fare con le attività illecite, e da questo punto di vista hanno avuto un ruolo determinante le nuove norme che sono state introdotte in questo settore.
I compro oro devono oggi rispettare delle procedure molto rigorose, di conseguenza è assolutamente impossibile che tali attività commerciali possano in quale modo divenire degli strumenti utili alle organizzazioni criminali.
Ogni singola operazione è tracciata in modo molto dettagliato: l’esercente ha infatti l’obbligo di identificare il cliente richiedendogli i documenti di identità ed una serie di dati personali, inclusa una foto del viso, per ogni vendita di oggetti usati in oro dovranno essere compilati alcuni moduli su cui il cliente dovrà apporre la sua firma.
Ovviamente la persona onesta non deve in alcun modo temere che questi processi possano violare la sua privacy, anzi chi desidera vendere degli oggetti in oro senza effettuare alcun tipo di raggiro deve prestarsi ben volentieri a compiere queste rapidissime operazioni proprio perché escludono che le opportunità offerte dai compro oro possano rivelarsi utili a malviventi o a semplici “furbi”.
Nel caso in cui l’esercente dovesse notare un qualcosa di sospetto è peraltro obbligato ad effettuare una segnalazione anonima di operazione sospetta, la quale può in seguito innescare un processo di indagine da parte degli organi competenti.
Le norme attualmente vigenti sono rigide anche per quel che riguarda l’uso del contante: un compro oro ha modo di pagare in contanti il privato che vende degli oggetti realizzati in questo metallo prezioso solo per quel che riguarda gli importi inferiori a 500 €.
Questo non significa, ovviamente, che non possano essere compiuti dei pagamenti di importo più alto: per le cifre pari o superiori a tale soglia si deve tuttavia eseguire un pagamento tramite modalità tracciabili.
É interessante sottolineare che affinché un compro oro possa esercitare la sua attività deve essere regolarmente iscritto al registro degli operatori compro oro professionali.
É evidente dunque il fatto che i compro oro devono attenersi a delle regole estremamente rigide, e che ogni operazione di vendita deve essere effettuata all’insegna della massima trasparenza: è davvero impossibile, oggi, che questi esercizi commerciali possano in qualche modo rappresentare un canale prezioso per delle pratiche illecite, e questo è un aspetto percepito molto positivamente dal consumatore.
Il mercato dei compro oro è sempre molto attivo e le aziende operanti in questo settore riescono, in molti casi, a costruire un business assai solido.
Rispetto agli anni del boom dei compro oro oggi le aziende del settore devono sicuramente scontrarsi con una concorrenza più cospicua, nonostante questo tali attività reggono molto bene il mercato in virtù di una domanda sempre molto alta e soprattutto differente rispetto a quella degli albori: in passato a rivolgersi ai compro oro erano principalmente le persone in difficoltà economiche, le quali spesso a malincuore rinunciavano a dei beni in oro in loro possesso pur di avere a disposizione della liquidità.
Oggi il cliente medio di un compro oro ha un profilo profondamente diverso: nella grande maggioranza dei casi, infatti, a rivolgersi a queste attività sono delle persone appartenenti al ceto medio, persone che non hanno problemi economici rilevanti, ma che vogliono comunque cogliere l’opportunità di trasformare in denaro degli oggetti in oro che altrimenti resterebbero inutilizzati o conservati in un cassetto.
Va peraltro sottolineato che oggi proporre a un compro oro degli oggetti realizzati in questo metallo sa rivelarsi ancor più fruttuoso rispetto al passato, sia perché le aziende del settore offrono una serie di servizi innovativi molto interessanti per il consumatore, sia perché l’agguerrita concorrenza spinge le aziende a praticare degli spread particolarmente convenienti. Compro oro a Roma offrono modalità do acquisto oro che risentono di politiche commerciali molto attente.
Lo spread è la percentuale che il compro oro trattiene da ogni transazione, ed è un parametro che l’azienda può determinare senza vincoli, badando esclusivamente alle proprie strategie commerciali.
Per tutti i motivi elencati, dunque, non c’è davvero alcuna ragione per rinunciare alle ottime opportunità che le attività di compro oro sanno offrire a chi possiede degli oggetti in oro ed è disposto a privarsene.