sottoscrizione feed: Posts | Comments

La mia vacanza rigenerante a Magomadas

La mia vacanza rigenerante a Magomadas

Magomadas è un piccolo centro in provincia di Oristano con circa 600 abitanti, ed è un punto di riferimento marittimo per chi vuole trascorrere delle vacanze di tutto relax.
La zona è popolata da strutture ricettive che sono soprattutto hotel e bed and breakfast, spesso a conduzione familiare, che garantiscono un ambiente accogliente e riservato.

Magomadas, nonostante non sia un grande centro, racchiude in se interessanti luoghi storici e paesaggistici. 

Oltre al mare incontaminato, in quanto non è soggetta al turismo di massa, nell’entroterra presenta riserve di macchia mediterranea che si prestano a fare biking e passeggiate, immersi in una natura rigogliosa.
Le spiagge prospicienti Magomadas portano l’eredità della bellezza delle coste sarde, che qui in particolare hanno mantenuto la loro origine grazie a un’opera di preservazione del litorale, che ha più volte ottenuto il plauso di Lega Ambiente, e che ancora non è stato del tutto “scoperto” dal turismo che affolla altri luoghi d’interesse turistico in Sardegna.

Non mancano esempi di architettura religiosa, come la Chiesa di San Giovanni Battista del XIII sec. distribuita su tre navate e che, al suo interno, racchiude un caratteristico arco di colore rosso, in quanto è fatto di trachite, che divide il presbiterio dal resto della costruzione.

Interessante anche la Chiesa di Santa Croce, che prende il nome proprio dalla presenza, al suo interno, di un pregiato crocifisso in legno lavorato, che risale al ‘700 e si pensa abbia origini spagnole.
Questa terra, come molte altre del Mediterraneo, è stata bersagliata in passato da invasioni e saccheggi di popoli stranieri e, in particolare, dei saraceni, motivo per cui è stata eretta una torre di avvistamento che si trova nella vicina località di Tresnuraghes. 
Si tratta della Torre Columbargia eretta nel XVIII del periodo aragonese spagnolo e costruita su un piccolo promontorio naturale: ancora oggi adorna questa parte di mare con le sue antiche mura erose dal tempo e dalla salsedine. 
Qui è rinomata la spiaggia di Porto Alabe.
Ai suoi piedi una piccola baia, la spiaggia “sa corona niedda” riparata naturalmente dalla piccola penisola dove sorge la torre, e che presenta acque limpidissime e piccoli scogli che la eleggono ad angolo di mare dai fondali profondi, particolarmente indicato per chi vuole stare lontano dal caos, visto che non è facilmente accessibile.
Tra le spiagge più frequentate di Magomadas c’è quella di Bosa Marina, raggiungibile percorrendo la Strada Statale 292 Nord Occidentale Sarda/SS292.
Spiagge attrezzate con sdraio, ombrelloni e lettini sono quello che farà della vostra vacanza un periodo di divertimento e tranquillità. 

La zona è anche arricchita dalla presenza del porto e dall’estuario del fiume Temo, che è anche navigabile per circa 6 km con piccole imbarcazioni. Si tratta dell’unico centro della Sardegna sorto in prossimità di un fiume navigabile.

Qui troverete anche il Castello di Serravalle edificato dai Marchesi di Malaspina, con funzione difensiva, contro i pirati e le incursioni saracene intorno al 1200. Caratteristiche del luogo sono attività sportive come il surf, lo snorkeling, il diving, rilassanti passeggiate in barca per ammirare la costa, e magari raggiungere le numerose insenature nascoste lungo il litorale sabbioso.
Tra le varie calette che si possono visitare ricordiamo: Cumpultitu, Cala e Moro,Tentizzos, Managu, S’abba Druche, Torre Argentina che sono tutte da visitare e ammirare per la loro straordinaria bellezza tra mare e coste affascinanti.
tombe dei gigantiIn tutta la zona si possono trovare antichissimi monumenti funerari, le famose Tombe dei Giganti dell’età nuragica. 
Si caratterizzano per i grandi monoliti in pietra piantati nel terreno che possono arrivare anche a essere alti 4 metri; la camera invece misura anche 30 metri e sono coperte da terreno con un’ entrata a semicerchio che termina con una muraglia. 
Erano in definitiva degli ossari dedicati al culto del toro, per questo hanno la forma di una testa taurina.
Magomadas è famosa anche per l’artigianato locale che sfoggia un vero talento artistico manifatturiero: tappeti, ceramiche, cestini in vimini intrecciati sapientemente. Di grande effetto sono anche i gioielli in corallo o fatti in filigrana d’oro: uno spettacolo per gli occhi. 

Da non trascurare la buona cucina, il vino Malvasia, le varie sagre e i festeggiamenti patronali ad agosto.

Altri siti d’interesse culturale sono il castello Monte Ferru e un fonte battesimale di un’antica Basilica del VI sec. ; intorno un enorme sito archeologico del periodo neolitico: tutto presso Cuglieri sull’altopiano di Ampsicora.
Insomma tra storia, natura, mare e spiagge, incontaminate o attrezzate, potrete scegliere di trascorrere la vostra vacanza in completo relax, lontani dallo stress di ogni giorno per ritemprarvi e rigenerarvi.

Ideale come residenza per l’estate o per passare la Pasqua, quando il clima è già mite, è il Bed and Breakfast Verde Blu, che prende il nome dal colore del mare e da quello dei rinomati vigneti di Malvasia nell’entroterra. E’ una struttura a conduzione familiare dove la cortesia e la disponibilità sono di casa. 

E’ composto da due camere doppie con tv led, connessione wi-fi, cassaforte e aria condizionata, bagno privato, in un palazzo storico restaurato con cura. 
Suggestivo il panorama che si osserva dalla terrazza dove fare colazione o prendere il sole nella parte attrezzata con sdraio.
C’è anche un ambiente comune con angolo cottura per la prima colazione sempre abbondante, comunque riservato agli ospiti, che vi darà una sensazione di “casa”; il tutto a prezzi modici che valgono una scelta esteticamente deliziosa e molto comoda.
Da qui potrete raggiungere tutte le località vicine, come Alghero, Oristano e le spettacolari spiagge sarde dei dintorni.